Il portale B2B di Liberamenteincamper.it

Agriturismi

Turismo esperienziale negli agriturismi: agevolazioni per le imprese giovanili Progetto “Terragir3” per la vacanza “green&blu” e contributi per le nuove generazioni

Si chiama progetto Terragir3: una nuova opportunità di promozione per le vacanze green&blu della Liguria.

Un nuovo modo di promuovere le vancaze in Liguria, questo è l’obiettivo di TerrAgir3. Un progetto realizzato da Regione Liguria, con partner il Consorzio per la Tutela dell’Olio extra vergine di Oliva DOP Riviera Ligure, in collaborazione con Liguria International, Liguria Digitale e il Sistema Camerale ligure (Unioncamere, Camere di Commercio di Genova e delle Riviere, Aziende speciali delle Camere di Commercio). Si tratta di un accordo di collaborazione tra operatori dell’intermediazione turistica nazionale e straniera con Regione Liguria, al fine di avere nuovi visitatori interessati alla “vacanza green”, a pochi passi dal mare, con la possibilità di degustazioni di prodotti tipici del territorio.  “Regione Liguria ha lavorato per oltre due anni – spiega il vice presidente e assessore regionale all’Agricoltura, al Marketing e alla Promozione Territoriale Alessandro Piana – creando una rete di aziende selezionate e certificate per l’alta qualità delle proposte, che hanno la capacità di offrire uno storytelling della Liguria autentico, digitale, al passo con i tempi e con le aspettative dei visitatori sempre più esigenti, vale a dire alla ricerca dei valori che connotano la zona, rispettosi del genius loci e inclini alle offerte di personalizzazione dei servizi. Promuoveremo le aziende agricole e le loro esperienze online sui social, sui siti web istituzionali e tramite l’App ‘La mia Liguria’, ma anche attraverso il contatto diretto con blogger, influencer, tour operator italiani e stranieri”. Nel dettaglio, le agevolazioni consistono in un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e in un mutuo a tasso zero per la restante parte, nei limiti del 60% dell’investimento. La durata massima è stabilita in 15 anni con un periodo di preammortamento di massimo 30 mesi. Destinatari dell’intervento sono le micro, piccole e medie imprese agricole organizzate sotto forma di ditta individuale o di società, amministrate e condotte e da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti.  Qui trovate tutte informazioni per accedere alle agevolazioni.

Lascia una risposta